• Duomo Spoleto
  • Ponte delle Torri e Rocca Albornoziana
quote_openIn un momento dove la politica sembra essere distante dai cittadini, bisogna ripartire dalle idee sane e dare fiducia agli uomini che la meritano: chi può documentare il proprio impegno quotidiano nel tempo, offre una garanzia per quello che farà in futuro.quote_close

Giampiero Panfili

4 novembre: Cerimonia per la Giornata delle Forze Armate e dell'Unità d'Italia

Articolo inserito sabato 4 novembre 2017

Cerimonia partecipata quella di stamani in piazza Garibaldi in occasione della ricorrenza del 4 novembre, giorno dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate. L'evento è cominciato alle ore 11 con la cerimonia dell’Alzabandiera, la resa degli Onori da parte di una Schierante in Armi del 1 ° Reggimento ‘Granatieri di Sardegna’ 2° Battaglione Granatieri ‘Cengio’.

Si è proceduto poi con la lettura del Messaggio del Capo dello Stato da parte del Tenente Colonello Andrea Francucci e con il saluto del Presidente del Consiglio del Comune di Spoleto Giampiero Panfili che ha commemorato tutti coloro che si sono sacrificati per l’Unità d’Italia ma anche i caduti di tutte le guerre, ha espresso riconoscenza alle nostre Forze armate che in ogni parte del mondo portano valori di democrazia e di pace e ha ricordato come in "questo periodo storico si avverte l'importanza di vivere questa ricorrenza per il suo valore celebrativo e memoriale ma anche come momento di profonda riflessione su quello che sta succedendo oggi"

La cerimonia è poi proseguita a Colle Attivoli con la deposizione della corona al Monumento ai Caduti e Resa degli Onori militari da un Picchetto in Armi del 1° Reggimento Granatieri di Sardegna / 2 Battaglione Cengio. Tante le autorità militari, religiose e civili intervenute in rappresentanza dell'Archidiocesi di Spoleto-Norcia, 1° RGT “Granatieri di Sardegna”/ 2° BTG Granatieri “Cengio”, Rappresentanze delle Forze Armate e Corpi Armati dello Stato e delle Forze di Polizia, Associazioni Combattentistiche e d’Arma, Croce Rossa Italiana Comitato Locale di Spoleto, Volontari della Protezione Civile, Banda Musicale “Città di Spoleto e una rappresentanza delle scuole cittadine.