• Duomo Spoleto
  • Ponte delle Torri e Rocca Albornoziana
quote_openIn un momento dove la politica sembra essere distante dai cittadini, bisogna ripartire dalle idee sane e dare fiducia agli uomini che la meritano: chi può documentare il proprio impegno quotidiano nel tempo, offre una garanzia per quello che farà in futuro.quote_close

Giampiero Panfili

Interrogazione Urgente sul tentato stupro in Corso Garibaldi

Articolo inserito mercoledì 19 dicembre 2007

Preso atto del tentativo di stupro avvenuto in pieno Corso Garibaldi nel tardo pomeriggio del giorno 18 Dicembre ai danni di una giovanissima ragazza magrebina.

Valutato che:

eventi del genere non fanno che accentuare la profonda situazione di emergenza ordine pubblico che si riscontra in certe zone della città di Spoleto, come più volte denunciato da Alleanza Nazionale;

la situazione si è fortunatamente risolta con uno scampato pericolo grazie all’intervento della cittadinanza che, secondo quanto riportato dalla stampa, è riuscita a mettere in fuga l’aggressore;

dopo mesi di battaglie, questa Amministrazione si era finalmente decisa ad accogliere le richieste della cittadinanza e dell’opposizione, collocando, nelle zone maggiormente a rischio, impianti di video-sorveglianza con la duplice funzione di prevenire e nello stesso tempo perseguire atti e comportamenti criminali;

secondo alcune indiscrezioni di stampa, tali impianti non erano funzionanti al momento dell’evento perchè le telecamere erano state oscurate dalla presenza di impalcature per lavori di edilizia.

Riscontrato che, se ciò dovesse essere vero, si configura una responsabilità sia in capo all’Amministrazione sia alla Polizia Municipale preposta al controllo dei monitor, senza considerare l’immagine grottesca che il Governo cittadino renderebbe di se stesso e dell’intera città.

Il sottoscritto Capogruppo di Alleanza Nazionale al Comune di Spoleto, Giampiero Panfili INTERROGA la S.V. per sapere:

se effettivamente gli impianti di cui sopra erano funzionanti ed hanno registrato quanto accaduto;

nell’ipotesi contraria, si chiede da quanto le telecamere non erano operative e per quale ragione, chi era preposto al controllo e perchè non ne è stato immediatamente ripristinato il corretto funzionamento;

se, e quali, interventi ulteriori sono previsti da questa Amministrazione in relazione al fenomeno della criminalità nella zona di Corso Garibaldi.